Parapendio

Parapendio in Valchiusella

Forse è questo lo spirito che anima i tanti appassionati di volo che raggiungono nella stagione calda il monte Cavallaria (1460 metri), cima della Valchiusella, nel comune di Brosso.
Questa zona posta proprio all’ingresso della Valle d’Aosta offre un panorama che spazia dalle più alte montagne al più basso anfiteatro morenico della Serra, alle colline della Valchiusella.
Un ampio angolo paesaggistico che da più di 20 anni è zona di lancio di parapendio e deltaplani per le forti termiche che si formano nelle assolate giornate e che permettono dei lunghi voli in quota.
Diverse sono le vie che conducono alla cima. Il percorso inizia dalla piazza principale di Brosso; appena fuori dal centro abitato una stradina di montagna, asfaltata, attraversa una vasta distesa di prati erbosi. Continuando, si attraversa il torrente Assa e si arriva a un bivio: a destra si raggiunge casa Caudano, una vecchia cascina ristrutturata che nel 1884 ospitò Eleonora Duse; a sinistra troviamo la prima indicazione per salire su un vecchio sentiero costeggiato da mura in pietra. Le indicazioni da seguire sono segnalate da colore rosso.
Il sentiero sale incontrando sul suo percorso alcuni cascinali, per poi imboccare una strada più larga che conduce al pian dei Muli. (1280 metri)
Si prosegue per una stradina asfaltata, chiusa al traffico, che giunge alla cima del monte Cavallaria, dove si trova il prato di decollo.
Il volo dalla Cavallaria ha un dislivello di 1200 metri e dura, in condizioni di stabilit atmosferica (ideali per il volo in biposto per chi non ha mai provato prima), mediamente 20 minuti. Con il parapendio biposto, è possibile per tutti provare l’esperienza del volo con istruttori e piloti abilitati dall’Aero Club Italia.
Il volo in coppia non richiede nessuna preparazione atletica o fisica particolare e non d nessuna sensazione di ”cadere”, bensì di essere sostenuti gi dal momento in cui si staccano dolcemente i piedi da terra…
E’ necessario solamente aver voglia di provare questa esperienza e prestarsi a collaborare con il pilota in fase di decollo; in volo il passeggero è libero di scattare foto o girare brevi filmati, data la comoda posizione in seduta che è caratteristica del parapendio.

L’A.S.D Falconeye e il Parapendio Club Cavallaria 2.0, effettuano voli in parapendio biposto anche per gruppi e tengono corsi per parapendio in singolo tutto l’anno.

Foto Cristiano Roffinot

Dati lo spettacolo semplicemente incantevole che si osserva dalla cima, la relativa altezza della montagna e la facilit con cui si può raggiungere, la Cavallaria non è solo un punto di partenza per il volo ma è anche un luogo ideale per escursionisti e appassionati di bici.
E’ possibile, per i più esperti, partire alla volta del Monte Gregorio, per proseguire verso il rifugio Chiaromonte, e, ancora, fino alla confinante Valle d’Aosta di Champorchez.
Per i meno esperti, invece è consigliata la passeggiata fino al Rifugio Piazza, a 20 minuti di cammino dal paese di Traversella, con le sue divertenti palestre di roccia naturale immerse nel fresco del bosco.
Per i cicloamatori, che amano cimentarsi con una salita considerata dagli addetti molto impegnativa, date le pendenze che raggiunge in alcuni tratti (20%), ogni anno la prima domenica di agosto si svolge una cronoscalata ciclistica denominata Vertical Bike che, partendo dalla piazza principale di Brosso, raggiunge la sommit del Monte Cavallaria.

Foto Cristiano Roffinot

Curiosità: la termica

La termica è una “colonna” d’aria, più calda rispetto all’aria circostante che, salendo, si raffredda fino ad esaurirsi; la si può sfruttare stando al suo interno e quindi salire assieme ad essa e prendere quota senza ausilio di motori, proprio come fanno i rapaci quando volano in circolo senza sbattere le ali.