L’EDITORIALE del Direttore

Il Canavese, con la sua inestimabile bellezza paesaggistica, la ricchezza storico-culturale e le eccellenze dell’enogastronomia locale, è il protagonista del primo numero di VisitarGustando, la nuova rivista semestrale di promozione turistica del territorio che, nei prossimi numeri, spostera la propria attenzione anche al di fuori dei nostri confini, pur mantenendoli naturalmente come principale riferimento.

Il turismo nelle nostre zone è un settore in via di sviluppo, ricco di potenzialità, molte delle quali ancora inespresse.

Gli operatori del settore ne sono ben consci e stanno lavorando sodo per far sì che il Canavese incrementi il suo appeal e, al tempo stesso, non deluda le aspettative dei visitatori. Non è sufficiente portare turisti sul territorio, occorre saperli accogliere e “coccolare” tanto da far sì che desiderino ritornare e, perché no, spargano la voce invogliando altri a fare lo stesso… Parole d’ordine: organizzazione e professionalita, certo, ma anche empatia, capacita di emozionare e amore per la propria terra.

Gia, perché non c’è modo migliore di “vendere il prodotto Canavese” che con la profonda convinzione della sua straordinarieta e bellezza. E sì, anticipo il pensiero di alcuni di voi, amici lettori, queste righe sembrerebbero trasudare retorica. L’intenzione, credete, non è certo quella. E’ pur vero che “a parlare si fa facile” (a scrivere un po’ meno)…

La reale sfida è, al di la dei giochi di parole, il rimboccarsi le maniche, e ognuno con le proprie conoscenze contribuire al raggiungimento di un obiettivo comune, superando la troppo diffusa logica del coltivare il proprio orticello, dal quale mai potra fiorire rigogliosa una nuova economia, che possa coinvolgere un intero territorio dandogli nuovo ossigeno.

Per farla breve, occorre agire insieme, con determinazione e competenza.

Dal canto nostro, noi di VisitarGustando intendiamo essere una guida discreta, curata ed esauriente al servizio dei visitatori e dei turisti.

Non solo: ci piacerebbe suscitare l’attenzione e la curiosita anche di chi il territorio lo abita, e proprio per questo, nella ripetitivita della vita quotidiana, si ritrova a guardarlo di sfuggita, senza soffermarcisi con attenzione.

In questo primo numero vi proponiamo alcuni eventi locali diventati negli anni appuntamenti dell’autunno piemontese, per poi illustrarvi le peculiarita di questi affascinanti paesi che li ospitano, a partire dai loro prodotti enogastronomici.

Non mi resta che augurarvi buona lettura e a invitarvi a visitar… gustando.

Il direttore

Paola Principe