Dicono di noi: intervista ad Antonella Parigi

L’Andar per Castelli 2017 con tema Trovatori e Amor Cortese può fregiarsi del Patrocinio della Regione Piemonte e la persona più indicata ad esprimere le motivazioni che hanno portato a questo riconoscimento è sicuramente l’Assessore alla Cultura ed al Turismo, Antonella Parigi.

La sua è una lunga storia di impegno e di lavoro volto a far emergere sopra la materialit della vita di tutti i giorni quella parte dell’essere umano che sola può dare un senso compiuto all’esistenza umana: la spiritualità.

Ma la spiritualit può svilupparsi solo su di un substrato di cultura intesa non come mero nozionismo ma nell’accezione più autentica del termine e cioè:

“L’insieme delle cognizioni intellettuali che, acquisite attraverso lo studio, la lettura, l’esperienza, l’influenza dell’ambiente e rielaborate in modo soggettivo e autonomo diventano elemento costitutivo della personalità, contribuendo ad arricchire lo spirito, a sviluppare o migliorare le facolt individuali, specialmente la capacit di giudizio”. (definizione da Enciclopedia Treccani)

Senza dubbio un compito arduo e faticoso che può essere perseguito percorrendo parecchie strade e l’Assessore Antonella Parigi ha scelto di impegnarsi in prima persona partendo dalla spiritualit ma con un’ottica pragmatica e realistica e, non a caso, dichiara che “il suo obiettivo politico è dimostrare che ‘con la cultura si mangia’ ovvero, si fa sviluppo e occupazione”.

Quanto fin qui espresso ci permette di porle la prima domanda:

La Manifestazione Andar per Castelli 2017 è organizzata dall’ Associazione Culturale Nati per Sorridere che ha, tra i suoi scopi statutari primari, la promozione della conoscenza di studi, teorie e metodi atti a promuovere il benessere psico-fisico e spirituale dell’essere umano in un’ottica di evolutiva crescita spirituale.

Il tema scelto Trovatori e Amor Cortese è sicuramente interessante in quanto, ripercorrendo con storicit questa corrente poetica del Medioevo, si ha l’opportunit di riportare sotto i riflettori l’idea di un Amore Puro, il fin’Amor o Amor Cortese che permette all’Essere umano di evolvere spiritualmente ed è in grado di essere talmente valida ed innovativa da riuscire ad ispirare molti tra i grandi della Letteratura Italiana, come il Sommo Poeta Dante Alighieri.

Si può asserire che uno degli aspetti che hanno indotto Regione Piemonte a concedere il Patrocinio sia proprio questa validit storico-culturale?

“Questa rassegna ha il merito di porsi come obiettivo quello di creare occasioni di fruizione e di conoscenza di un importante pezzo della cultura italiana ed europea, inserendolo allo stesso tempo in un contesto suggestivo, capace di valorizzare alcune eccellenze regionali in ambito culturale, storico, ma anche enogastronomico”.

Lei è anche Assessore al Turismo quindi Le chiediamo se un’altro dei motivi del Suo assenso all’Andar per Castelli 2017 sia da ricercarsi nella volont degli organizzatori di promuovere, in collaborazione con l’Associazione Strada Reale dei Vini Torinesi, la conoscenza del Canavese, terra bellissima che molto può offrire: cultura, storia, ambienti naturali unici come la conformazione del territorio dell’anfiteatro morenico e del Parco del Gran Paradiso, specialit eno-gastronomiche di pura eccellenza come l’ Erbaluce di Caluso ed il Nebbiolo di Carema, che festeggiano quest’anno il 50° anniversario dalla DOC.​

“Sicuramente la manifestazione è in linea con quanto portato avanti da questa giunta regionale, ovvero di riunione le deleghe al turismo e della cultura nella convinzione che quest’ultima possa essere un importante fattore di valorizzazione territoriale, capace quindi di creare ricadute sull’attrattivit dei luoghi e sul turismo.

In questo caso si vanno ad unire letteratura, storia e lo splendido patrimonio di castelli e dimore presenti nella nostra regione, creando un’interessante sinergia e occasioni di scoperta del patrimonio architettonico, nonché delle tante eccellenze gastronomiche che caratterizzano il nostro territorio”.

Volendo pronunciare una frase di buon auspicio,  che augurio formulerebbe all’Andar per Castelli 2017?

“Che sia un’occasione gioiosa per riunirsi intorno a luoghi magnifici e per scoprirne la bellezza, accompagnati dai versi dei trovatori e dai migliori prodotti del nostro territorio”.

Ringraziamo sentitamente l’Assessore Antonella Parigi per il tempo e l’attenzione che ha voluto dedicarci riformulando l’invito a partecipare ad uno degli eventi in programma.