NATALE SUL LAGO DI VIVERONE

Dal 24 Novembre al 23 Dicembre 2018

LA MAGIA DI NATALE SUL LAGO

I mercatini di Natale animeranno il lungolago di Viverone durante i fini settimana di dicembre, tra tipicit della zona, oggettistica, gastronomia e spettacoli

Una leggenda fatata, il fascino dei giochi di luce e i loro riflessi sulle acque del lago, danza, musica, artisti di strada e spettacolo: il Natale a Viverone si presta a diventare un appuntamento irrinunciabile e indimenticabile per tutti i visitatori. Dopo il successo dello scorso anno, ritornano a Viverone i mercatini di “Natale sul lago”.

Dal 24 di novembre fino al 23 dicembre, tutti i sabati e domenica, ed eccezionalmente anche venerdì 7 dicembre, apriranno i battenti, dalle 10 alle 19, le sessanta tipiche casette che costituiscono un piccolo villaggio natalizio, dove si respira il clima della festa più bella dell’anno ed è possibile trovare prodotti del territorio, eccellenze artigiane, tipicit enogastronomiche all’insegna della tradizione, della qualit e dell’amore per la terra canavesana e biellese.

Mercatino di Natale sul Lago di Viverone

Sar perciò possibile gustare miasse, riso di Rovasenda, patate bollite, polenta concia e frittelle di mele, e non mancheranno naturalmente bevande calde e cioccolata. Soprattutto per i bambini, ma non meno per gli adulti, la casa di Babbo Natale e dei suoi fedeli elfi, ospitati in uno chalet addobbato per l’occasione e aperto tutto il giorno, sar appuntamento imperdibile, così come lo spettacolo interattivo “Albaluce” ispirato a una nota leggenda canavesana, originaria del territorio di Caluso, quella della ninfa che diede origine al vitigno del famoso vino Erbaluce, coltivato sulle colline attorno al lago.

Secondo il mito Albaluce, bellissima figlia della dea Alba e del dio Sole, incontratisi grazie ad un’eclisse di Luna, era molto amata dalla popolazione del bacino lacustre, per i suoi occhi azzurri e per i capelli color dei raggi del sole, che le offriva così ogni sorta di omaggio della terra. Costretti a trovare nuovi terreni di coltivazione, i devoti crearono una diga sulle acque del lago, che però crollò e provocò un’inondazione terribile, sommergendo ogni cosa: dalle lacrime di dolore di Albaluce si originarono i vitigni e i grappoli d’uva dell’Erbaluce, e la terra riebbe così i suoi frutti.

Lo spettacolo messo in scena a Viverone, in quattro rappresentazioni (due al mattino, alle ore 10.30-11.30, e due al pomeriggio, alle 14.30-15.30, gratuiti), offre una variante della leggenda, con la perfida e invidiosa strega Erida che si oppone ad Albaluce e alla sua ricerca di un Cavaliere Azzurro. Babbo Natale entra in scena alla fine degli spettacoli, alle 12.45 e alle 16.45, coinvolgendo tutti i bambini presenti.

 

Casetta espositiva
Espositore

 

 

 

 

 

 

 

ancora grande spettacolo di danza, musica, aerobica aerea con utilizzo di tessuti colorati e dance-ball sull’acqua dalle 11 del mattino alle 18 di sera, in sei rappresentazioni, stavolta ispirate alla leggenda viveronese della Dama del Lago, il fantasma di una fanciulla che cerca l’innamorato perduto dopo l’affondamento nelle acque di un antico borgo, punito da Dio per il suo egoismo a fronte del rifiuto di ospitare San Martino e un angelo in sembianze di mendicante.

La Dama del Lago apparir all’interno di una bolla fluttuante sulle acque mentre lingue di fuoco accompagneranno il suo cavaliere: la coppia danzer con passo a due e su ali luminose, celebrando l’incontro degli innamorati avvenuto dopo la morte della giovane disperata.