Castello di Dracula

Sulla cima il castello di Dracula

Il castello di Montalto, maniero abbarbicato a 405 metri d’altezza, è uno dei riferimenti turistici più evidenti del circondario montaltese, parte più elevata di un borgo d’origine romana nato a presidio della vicina Eporedia.

Fornito di doppia cinta muraria, pianta quadrata irregolare, come irregolare è il quadrilatero del cassero, ha mura alte 14 metri e fornite di passeggiate di ronda di 160 metri, il tutto dominato da una grande torre quadrata nella parte interna attorno al mastio.

I suoi ambienti sono in gran parte visitabili (la cappella del cortile con affreschi del XV secolo, il posto di guardia, il pozzo tra le due strutture), giunti con l’attuale conformazione a seguito di numerosi interventi (fu in parte distrutto e ristrutturato più volte nel corso dei secoli) e l’opera di recupero delle strutture voluta da Alfredo D’Andrade nel 1860.

Grazie ai suoi particolari pregi architettonici, la buona conservazione delle strutture, la posizione geografica e i dintorni immersi nel boschi, il castello, oggi di proprieta di privati, è stato in più riprese utilizzato come location per produzioni cinematografiche e televisive, delle quali ricordiamo almeno La freccia nera di Anton Giulio Majano e Dracula 3D di Dario Argento, che ne ha valorizzato le mura, il cortile e i luoghi attorno alle mura per far rivivere le sanguinose gesta del celebre conte-vampiro, inventato dalla fantasia dello scrittore irlandese Bram Stoker.